La Terra respira

Il lockdown ha sconvolto le nostre vite, ma ci ha anche regalato inaspettate e piacevoli novità.

La qualità dell’aria è migliorata, grazie alla sensibile riduzione di anidride carbonica e di biossido di azoto.

L’inquinamento acustico e quello dei mari sono diminuiti, come indicato dal gioioso ritorno di balene e delfini su rotte da tempo abbandonate, e dall’insolita, buffa presenza di piccoli e grandi animali selvatici sulle strade delle città deserte.

La natura si è riappropriata di spazi che da tempo le avevamo sottratto ed è tornata a respirare e a farci respirare.

Non è un cambiamento strutturale, ma è l’indicazione di una via da seguire per raggiungerlo. La politica ha un’opportunità che non deve lasciarsi sfuggire. Altrimenti, a pandemia finita, tutto tornerà come prima.

In copertina: foto di Dmitry Travnikov

2 pensieri su “La Terra respira

  1. Ma certo che la politica ha l’opportunità… ne ha sempre avute di opportunità.
    Qualcosa cambierà? Forse qualche imprenditore italiano lascerà la Cina e per qualche mese l’aria sarà più pulita… solo per qualche mese.
    BUON POMERIGGIO.
    Quarc

    "Mi piace"

  2. Con il Coronavirus si sono visti animali di ogni specie nelle città, l inquinamento è diminuito sia acustico che industriale grazie al Lockdown, e al buon senso di molta parte di noi cittadini del mondo, ma un’altra buona parte sta già deterpando quello che di buono è stato fatto fin’ora. La politica…beh quella ne ha approfittato per fare i suoi sporchi giochi.

    "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...